Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Questo sito fa uso di cookie, i cookie consentono una gamma di funzionalità che migliorano la tua fruizione del sito. Utilizzando il sito, verrà accettato l'uso dei cookie in conformità con le nostre linee guida. Per saperne di più clicca qui.

UE e Stati Uniti siglano il 'Cooperation Arrangement on Cluster'

Si tratta di un accordo di collaborazione sul tema cluster tra Unione Europea e Stati Uniti

L’importanza acquisita dal concetto di cluster è ampiamente riconosciuta a livello globale. A conferma di ciò, in data 22 aprile 2015 è stato siglato a Washington D.C. un importante accordo di collaborazione sul tema. Questa particolare tipologia di intesa, riconosciuta con il nome di “Cooperation Arrangement on Cluster”, viene considerata come una novità nel suo genere (in assoluto senza precedenti), poiché caratterizzata dalla finalità di creare i presupposti per un accordo, di lunga durata, fra l’Europa e gli Stati Uniti.
Più in particolare, l’accordo di collaborazione è stato raggiunto tra il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti, rappresentato dal Vice-Segretario Bruce Andrews, e la Direzione Generale della Commissione Europea per il Mercato Interno, l’Industria, l’Imprenditoria e le PMI, rappresentata a sua volta dal Direttore Generale Daniel Calleja.

Lo scopo principale di questo accordo è quello di sviluppare un fondamento solido – su cui costruire un nuovo modello di relazioni e rapporti di natura economica, politica e tecnologica tra cluster operanti ai lati opposti dell’Atlantico. Il primo e probabilmente più importante step di questa collaborazione è stato quello di riconoscere i cluster come “strumenti” fondamentali per la crescita economica. Di conseguenza, la funzione primaria svolta dall’accordo in oggetto è quella di agire, nel prossimo futuro, da “piattaforma” per lo sviluppo ed il consolidamento di nuovi collegamenti ed importanti interazioni tra i cluster europei e quelli statunitensi.

La firma dell’accordo di cooperazione è avvenuta in parallelo con lo svolgimento del 6° Workshop US-EU sulle PMI, in occasione del Consiglio Economico Transatlantico (CET) e del Meeting Bilaterale con il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti tenutosi Washington D.C. il 21-22 aprile 2015. In definitiva, per ciò che riguarda le strategie future, l’accordo è basato su 3 distinte linee-guida: 1) identificare aree tematiche di reciproco interesse 2) facilitare l’integrazione e la condivisione di informazioni tra la Piattaforma di Collaborazione dei Cluster Europei ed il sito web “US Cluster Map & Registry” 3) agevolare le partnership tra le organizzazioni di cluster e le imprese di cluster stesse grazie alla creazione di eventi appositi.

 

 

Gallery

#Lombardia2030

#Lombardia2030 è il Piano strategico di Confindustria Lombardia. Presentato nel dicembre 2015, ha proposto una visione di lungo periodo con l’obiettivo di agire sulle determinanti della competitività per garantire sviluppo e prosperità diffusa, partendo dal presupposto che la competitività delle imprese non è disgiungibile dalla crescita dei territori e della società in cui queste operano. Il lavoro svolto sui driver di competitività indicati in #Lombardia2030 ha portato alla nascita dei seguenti progetti strategici:

World Manufacturing Forum

Digital Innovation Hub Lombardia

Cluster

Capitale Umano

Progetto Europa

Progetto Credito

Confidi Systema

Lombardia2030

Dove siamo
Via Pantano 9 - Palazzo Gio Ponti, 20122 Milano
Tel. 02/58370800
segreteria@confindustria.lombardia.it


© 2000 - 2020 CONFINDUSTRIA Lombardia. Tutti i diritti riservati.