Enterprise Europe Network

Progetto Simpler

Piano nazionale Impresa 4.0

Il 19 Settembre 2017 sono stati presentati i risultati del 2017 e le linee guida per la seconda fase del Piano, che non si chiamerà più Industria 4.0 ma Impresa 4.0.

Ad oggi i risultati del Piano sono stati soddisfacenti, dimostrando l’efficacia nel sostenere le imprese che investono in innovazione. Di seguito i principali risultati riassunti in punti chiave:

– nel primo semestre gli ordinativi sul mercato interno dei beni strumentali sono cresciuti di circa il 9%

– è cresciuto il numero di imprese che aumenteranno la spesa in Ricerca&Sviluppo

– sono stati stanziati 3,5 miliardi di investimenti pubblici sulla banda ultralarga

–cresciuto del 10,7 per cento l’importo garantito dal Fondo di Garanzia

– sono state concesse agevolazioni per circa 1,9 miliardi di euro grazie ai contratti di sviluppo e sono stati creati o salvaguardati oltre 53.000 posti di lavoro.

Sotto le attese, invece, la parte relativa agli investimenti del capitale delle imprese innovative, con un +2% anno su anno. Inoltre sono stati registrati forti ritardi nella costituzione dei competence center, ma il ministro Calenda ha annunciato l'apertura di un apposito bando entro la fine 2017. 

Per quanto riguarda il 2018 sarà posta grande attenzione alla formazione. Le imprese che effettueranno una spesa incrementale in formazione avranno accesso al cosiddetto “credito di imposta su Formazione 4.0”. Questa misura si aggiunge alle iniziative già varate come il "Piano Nazionale Scuola Digitale" e il programma Alternanza Scuola/Lavoro che ha coinvolto 90mila studenti su tematiche Industria 4.0. Sono inoltre previsti il potenziamento degli Its e l’avvio di circa 1400 dottorati di ricerca con focus su industria 4.0 tra il 2018 e il 2020.

 

Allegati

170919 Risultati e linee guida Piano I 4.0.pdf

10:00 Incontro Svizzera