Enterprise Europe Network

Progetto Simpler

Mercato unico digitale — Portabilità dei servizi di contenuti online

Dal 1 aprile entrerà in vigore il nuovo regolamento europeo sulla portabilità de servizi di contenuti online, che si inserisce nell’ambito della strategia per l’attuazione di un Mercato Unico Digitale (DSM).

L'obiettivo è fare in modo che i cittadini europei che acquistano o si abbonano a film, trasmissioni sportive, musica, e-book e giochi nel proprio paese possano fruirne anche quando viaggiano in altri paesi dell'UE.

A trarre beneficio saranno in primo luogo i consumatori che risiedono nell'UE, che durante i loro viaggi in altri Stati membri potranno continuare a utilizzare i servizi di contenuti online per guardare film o eventi sportivi, ascoltare musica o scaricare e-book

Le piattaforme online potranno infatti offrire la portabilità transfrontaliera ai consumatori senza dover acquistare licenze per altri territori.

Le nuove regole si applicano ai servizi online a pagamento, ossia servizi che i fornitori, dopo aver ottenuto i pertinenti diritti in un determinato territorio, offrono ai loro abbonati sulla base di un contratto, con qualsiasi mezzo, inclusi streaming, download, applicazioni o qualsiasi altra tecnica consentita.

I fornitori di servizi gratuiti, invece, potranno scegliere di estendere la portabilità dei propri servizi in tutti gli Stati membri, a condizione che rispettino le prescrizioni sulla verifica dello Stato membro di residenza dei loro abbonati.

I fornitori di servizi dovranno verificare il paese di residenza degli abbonati al momento della conclusione e del rinnovo del contratto. Per evitare qualsiasi infrazione, i fornitori devono verificare il Paese di residenza del consumatore, in linea con la normativa Ue sulla privacy. Il regolamento prevede diversi metodi di verifica, tra cui: controlli sui dettagli di pagamento, sulle informazioni fiscali, sull'indirizzo postale o sull'indirizzo IP. I fornitori potranno applicare fino a due metodi di verifica tra quelli elencati nel regolamento. che devono essere "ragionevoli, proporzionati ed efficaci", garantendo la tutela dei dati personali.

Le nuove norme non consentono ai fornitori di servizi di contenuti online di addebitare costi supplementari ai consumatori e agli abbonati per la portabilità transfrontaliera.

10:00 Incontro Svizzera